Valentina Bassi
Psicologa
     
Dott.ssa
Dott.ssa
Valentina Bassi Tel. +393515460735
              
Valentina Bassi
Dott.ssa
Valentina Bassi Psicologa
Vai ai contenuti

La teoria delle finestre rotte

Psicologa Valentina Bassi
Pubblicato da Valentina Bassi in Psicologia · 12 Agosto 2020
Tags: Psicologiasocialeteoriadellefinestrerotteobbedienzaalleregoledisobbedinenzaalleregole
Il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi ha usato questa teoria per spiegare come mai molte persone non rispettano le attuali norme per prevenire la diffusione del virus, vediamo quindi di cosa si tratta. La teoria delle finestre rotte nasce nel 1969 con un esperimento di Philip Zimbardo in cui vennero abbandonate per strada due macchine, una in un quartiere ricco e l’altra in un quartiere povero e conflittuale. Già dopo poche ore alla macchina nel quartiere povero vennero rubate tutte le parti riutilizzabili e distrutte le altre, mentre la macchina nel quartiere ricco dopo una settimana risultava ancora in perfette condizioni. Gli autori decisero allora di apportare un cambiamento rompendo un vetro della macchina parcheggiata nel quartiere ricco. Dopo questo gesto la macchina subì furti e vandalismi e venne rapidamente ridotta nello stesso stato dell’altra. Questo portò alla conclusione che gli atti vandalici non erano causati dalla povertà del quartiere, ma dal fatto che il vetro rotto porta a un’immagine di noncuranza, un sentimento di mancanza di leggi e all’idea che tutto sia ammesso; ogni danno successivo riafferma questa idea. Ciò vuol dire che se i piccoli reati sono tollerati questo porterà ad un loro maggiore sviluppo e poi a crimini più gravi.
 
Questa teoria può essere applicata alla situazione attuale perché in situazioni di pericolo le persone sono disponibili a cooperare, però si allineano verso i comportamenti più diffusi, quindi se alcuni non rispettano le regole e non vengono puniti altri li imiteranno e rapidamente la maggior parte delle persone si conformerà alla loro condotta.
 
L’aspetto positivo della teoria delle finestre rotte è che può essere applicata a molti contesti diversi. Ad esempio negli anni ’80 fu utilizzata per rendere più sicura la metropolitana di New York, considerata a quei tempi il luogo più pericoloso della città. La stazione fu pulita, vennero eliminati i graffiti, ci si assicurò che i passeggeri fossero muniti di biglietto e si cercò di tenere a bada i furti. Il risultato fu che la metro si trasformò in un luogo sicuro. Così come accade che le trasgressioni non punite e il degrado della città generino caos e delinquenza esiste anche l’effetto contrario: città pulite e punizioni per chi non rispetta la legge portano le persone a comportarsi in modo civile.



Ho letto "Informativa Privacy" e acconsento al trattamento dei miei dati per i fini indicati
Dove ricevo:
   Verona, Via Ca' di Cozzi 41/a
 
Contatti:
   Tel. 351 546 0735
Dott.ssa Valentina Bassi | Psicologa | Cookie Policy | Informativa Privacy
        P.I. 04707070233 | Pec: valentina.bassi@pecpsyveneto.it
Pulsante whatsapp
Torna ai contenuti